Allarme Amianto
565 Views

Allarme Amianto

Il report dell’Osservatorio nazionale amianto (Ona) e del Comitato nazionale italiano Fair play, “Sport e scuola, ambiente e sicurezza: via l’amianto” ci mette davanti a una verità preoccupante: sono infatti ancora presenti su tutto il territorio nazionale ben 40 milioni di tonnellate di materiali che contengono amianto, e di questi sono ben 7 milioni quelli di matrice friabile e quindi pericolosa. I siti interessati sono oltre un milione, 50 mila sono quelli industriali in cui l’amianto non è ancora stato rimosso come imposto dalla legge in vigore e ben 40 risultano essere i siti di interesse nazionale.

Fra questi siti, sono presenti oltre 2.400 istituti scolastici, mille biblioteche o edifici culturali e 250 ospedali. L’amianto è considerata oggi una fibra killer e secondo le stime causa ogni anno, per malattie connesse all’esposizione continuativa con questo materiale, oltre 6 mila decessi ogni anno in Italia. Bonificare le aree contaminate dall’amianto è l’unica soluzione per eliminare questo problema e tutelare la salute dei cittadini.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Ambiente

Proroga Bonus acquisto case ad alta efficienza

Arriva dal Governo un importante segnale per il settore immobiliare, sarà infatti attivo per tutto il 2017 il Bonus che consente di risparmiare fino al 50% sull’acquisto di una casa

Ambiente

Reciprocal: installazione ecosostenibile firmata Sicily Lab

Il gruppo di professionisti Sicily Lab guidato dall’architetto Antonino Saggio, in collaborazione con Nitro Clu Group che si è occupato della sua realizzazione, ha inaugurato il 3 settembre nella città

Ambiente

Il 17,3% dei consumi in Italia viene da fonti rinnovabili

Buone notizie per l’energia verde e pulita: nell’anno 2016 trascorso infatti il 17,3% del fabbisogno nazionale di energia è stato coperto da impianti da fonti rinnovabili. Questo significa che ogni