0 1876 Views

Nuove norme per il rumore in cantiere

L’11 ottobre è entrata in vigore la nuova norma UNI 11728:2018, riguardante la Pianificazione e la gestione del rumore in cantiere. Nella normativa sono contenute una serie di linee guida utili sia all’appaltatore che al committente, in cui si definiscono gli obblighi di conformità sulla corretta gestione dell’impatto acustico durante lo svolgimento di lavori in cantiere. Le finalità per cui si richiede una gestione standard dei rumori in cantiere possono essere molteplici, in particolare per evitare lamentele da parte di chi abita in prossimità della zona dei lavori, per garantire una buona reputazione nei confronti dei cittadini tutti e in ultimo, ma non meno importante, per garantire il rispetto delle normative vigenti.

Tali finalità quindi devono essere inserite nero su bianco o nel disciplinare di incarico o nel contratto stesso fra committente e appaltatore. Il fatto che i cantieri, in linea di massima, siano spesso punti di elevato impatto e livello acustico e ciò può produrre ansie, malumori o cattiva gestione del riposo da parte di chi abita nei pressi dei lavori è stato l’elemento che ha spinto la commissione Acustica e vibrazioni a redarre una specifica norma.

Previous Preavviso di 3 mesi per quota 100 statali
Next Giornate Italiane del Calcestruzzo

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Normative

Nasce ufficialmente la nuova figura professionale di Tecnico Acustico

La bozza della normativa che disciplina la nuova figura professionale di Tecnico Acustico, che si occupa sia di acustica in senso lato che di inquinamento acustico è stata recentemente approvata

Normative

La web tax è ancora in sospeso

Secondo la normativa europea, l’Italia avrebbe dovuto adeguarsi all’obbligo di web tax per le transazioni digitali entro il 30 aprile 2018 ma nella realtà dei fatti il decreto attuativo della

Normative

Le detrazioni sulla ristrutturazione solo dopo la fine dei lavori

Si è molto discusso a livello legislativo sui nuovi bonus governativi e sulle detrazioni dedicate alla ristrutturazione di edifici e fabbricati commerciali, soprattutto in relazione ai danni provocati dagli ultimi