0 1390 Views

Nuovi criteri minimi per illuminazione pubblica

Il Decreto del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare sulla Gazzetta Ufficiale n. 98 del 28 aprile 2018 stabilisce i criteri ambientali minimi per l’affidamento del servizio di illuminazione pubblica. Il nuovo regolamento entrerà in vigore dal prossimo 26 agosto e stabilisce i criteri che dovranno adottare le Pubbliche amministrazioni per l’affidamento dei servizi a imprese private e quali punti dovranno essere inseriti nei bandi di gara per gli appalti di gestione.

Il decreto è stato pubblicato in Gazzetta con un allegato tecnico che stabilisce quali siano i criteri ambientali minimi (CAM) da rispettare, in particolare in relazione alle specifiche tecniche e alle clausole contrattuali da adottare per le PA. L’impianto dovrà inoltre essere periodicamente censito dal gestore dell’illuminazione pubblica affinché se ne accerti la funzionalità e la sua consistenza, anche in relazione ai quadri elettrici, ai punti luce presenti e alle linee di illuminazione presenti. Il nuovo decreto chiarisce anche che si fissi una penale da parte della stazione appaltante qualora i criteri minimi ambientali non siano rispettati da chi si aggiudica l’appalto.

Previous Annullamento Durc negativo se l’errore è dell’Inps
Next Detrazioni e bonus nel 730

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Normative

Pubblica Amministrazione, no all’assegnazione diretta per beni e servizi infungibili

Fra le prassi comuni utlizzate dalla pubblica amministrazione vi è quella di mettere in deroga la legge sugli appalti per beni e servizi così detti infungibili, come per esempio i

Normative

Sicurezza e campionamento su strutture: solo 120 aziende sono autorizzate

Il tragico crollo del Ponte Morandi ha messo in moto una serie di quesiti e questioni tecniche: i cittadini italiani chiedono sicurezza e si interrogano su come si possano prevenire

Normative

Ulteriore proroga per agevolazioni Casa Sicura

Il Governo ha recentemente approvato una proroga per quanto riguarda la ristrutturazione e l’adeguamento a criteri antisismici per gli edifici nelle zone a rischio. Le agevolazioni casa sicura infatti potranno