Quasi pronto il Decreto sulla Direzione dei lavori

Quasi pronto il Decreto sulla Direzione dei lavori

Lo schema per il nuovo Decreto che conterrà le linee guida da seguire per il direttore dei lavori e il direttore dell’esecuzione dei contratti ha ottenuto il parere favorevole da parte della Commissione ambiente della Camera. Come già suggerito dal Consiglio di Stato il 12 febbraio di quest’anno, il nuovo decreto dovrà apportare delle varianti migliorative alla legge già esistente ma senza modificare in maniera sostanziale né il progetto né le categorie dei lavori già presenti nel Nuovo Codice Appalti, ovvero il Decreto legislativo n. 50 del 2016.

Uno dei punti chiave del nuovo decreto riguarderà le modalità di sospensione del pagamento all’esecutore nei casi in cui vengano riscontrate delle inadempienze da parte delle imprese subappaltatrici, e i casi in cui non si possa procedere al pagamento diretto. Il nuovo Decreto è stato reso necessario per chiarire tutti i compiti del Direttore dei lavori, e quali debbano essere i rapporti fra quest’ultimo e altre figure professionali come il responsabile unico per il procedimento e il coordinatore per la sicurezza.

Previous Klimahouse in Toscana
Next Norme Tecniche per le Costruzioni 2018

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Attualità

Ancora rinvii per le Nuove Norme Tecniche delle Costruzioni

Il testo sulla Nuove Norme Tecniche delle Costruzioni non è ancora stato approvato, l’accordo previsto lo scorso 24 novembre nella seduta della Conferenza Unificata Stato-Regioni non è infatti stato raggiunto.

Attualità

Le nuove definizioni del regolamento unico edilizio

Gli uffici tecnici comunali, provinciali e regionali tirano un sospiro di sollievo grazie alle 42 nuove definizioni standardizzate, relative al settore edilizio e delle costruzioni, che saranno contenute nel nuovo

Attualità

Sismabonus per chi compra case ricostruite

Fino a 96mila euro di spesa agevolabile e detrazioni fiscali maggiorate per chi sceglie di comprare un’unità immobiliare, anche in condominio, ricostruita e ristrutturata nelle zone classificate dai documenti ufficiali