Legge di Stabilità: equiparazione fra professionisti e imprese
1632 Views

Legge di Stabilità: equiparazione fra professionisti e imprese

La Legge di Stabilità 2016 ha introdotto un’importante novità nell’accesso ai fondi europei da parte di professionisti e possessori di partita iva nei settori di riferimento. Se prima solo le società o più in generale le imprese avevano accesso ai fondi europei, oggi anche i professionisti hanno la possibilità di ottenere finanziamenti mirati, così come è previsto dalla raccomandazione della Commissione Europea 2013/361/CE. Fra i fondi più importanti cui è possibile accedere, quelli riferiti al progetto Horizon 2020 che mirano a migliorare i campi della ricerca e dell’innovazione, e i fondi COSME relativi alla competitività e alla crescita economica degli Stati membri UE.

I fondi erogati dall’Europa passano tuttavia al vaglio dei bandi regionali, che ancora non si sono adeguati alla disciplina con bandi chiari che permettano l’accesso ai finanziamenti anche ai professionisti: una delle prime regioni italiane ad accogliere le nuove norme è il Lazio, che in questi giorni ha strutturato una nuova proposta di legge per migliorare la trasparenza in relazione all’accesso di singoli professionisti.

Previous Accordo fra Ance e Banca Intesa San Paolo per il settore mutui
Next Nuovo Testo Unico su terre e rocce da scavo

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Attualità

SCIA edilizia, confronto fra Governo e Regioni

Le norme regionali riguardanti la SCIA edilizia non possono essere troppo differenti dalle direttive del governo centrale: questo è il punto per cui il Consiglio dei Ministri ha impugnato davanti

Attualità

Parte il piano governativo per l’efficienza energetica degli immobili pubblici

Anche gli edifici di proprietà della pubblica amministrazione dovranno essere allineati alle nuove direttive europee sul tema dell’efficienza energetica: il decreto Mise-Ambiente, approvato recentemente, ha valutato gli interventi totali su

Attualità

Sentenze: il costruttore non è responsabile delle irregolarità sui permessi

La recente sentenza della Corte di Cassazione n. 11519 del 2019 ha assolto un’impresa edile che era stata riconosciuta colpevole di non avere verificato le irregolarità dei permessi di costruire.