Sbloccato il Fondo per il dissesto idrogeologico

Sbloccato il Fondo per il dissesto idrogeologico

Il ministro dell’Ambiente ha recentemente sbloccato, con la firma sul relativo decreto, il Fondo governativo dedicato alla progettazione sul dissesto idrogeologico. Il fondo ammonta a 5 milioni e 700 mila euro. In questo modo si sono già potuti sbloccare 14 progetti in Piemonte, cinque in Venezia Giulia e altri nelle regioni del centro nord. Questo è solo il punto di partenza, infatti le stime parlano di opere che toccheranno il valore totale di 280 milioni di euro, partite proprio da questo Fondo per la progettazione del dissesto idrogeologico.

La progettazione tempestiva e puntuale è un punto chiave per la lotta contro il dissesto idrogeologico nel nostro Paese, nelle grandi città così come nei piccoli comuni. Sono queste le parole con cui il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti. Il fondo è già servito a finanziare la progettazione di grandi opere fra cui, Veneto, le casse di espansione per le piene del fiume Piave nel trevigiano l’estensione dell’invaso Montebello vicino a Vicenza. Uno strumento strategico e fondamentale che sarà presto replicato nelle altre Regioni italiane, dal momento che il rischio di dissesto idrogeologico deve essere tenuto sotto controllo da nord a sud.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 538 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Ambiente

Consultazione sulla nuova Strategia Energetica Nazionale

È in corso in questi giorni sul sito ufficiale del Ministero dell’Ambiente e del Territorio la consultazione pubblica riguardante la nuova Strategia Energetica Nazionale SEN. Tutti i cittadini interessati possono

Ambiente

Dal Cipe nuovi fondi per il dissesto idrogeologico

Il Comitato interministeriale per la programmazione economica ha recentemente approvato un piano integrato per migliorare la situazione del dissesto idrogeologico nel nord e nel centro Italia. Gli interventi, valutati insieme

Ambiente

32% di rinnovabili entro il 2030

Il nuovo accordo raggiunto di recente a Bruxelles sulla quota di rinnovabili che i Paesi membri dovranno raggiungere entro il 2030 innalza ulteriormente l’asticella a favore delle fonti di energia