Da Ance una guida per i Bonus governativi
2290 Views

Da Ance una guida per i Bonus governativi

L’Ance ha presentato durante il suo convegno romano dedicato a Ecobonus e Sismabonus governativialle agevolazioni presenti e alla sensibilizzazione dei cittadini sui temi della sicurezza e del risparmio energetico una pratica guida che racchiude tutte le informazioni sui bonus, dal punto di vista burocratico, fiscale e operativo. Per accedere ai bonus infatti è necessario che le domande per le modifiche edili siano presentate secondo quanto richiesto dalla legge, e grazie all’opuscolo informativo Ance ogni cittadino potrà avere informazioni certe e puntuali su come procedere per la richiesta delle agevolazioni previste nella Finanziaria 2017.
Il vademecum si intitola “Ecobonus e Sismabonus – Guida pratica alle agevolazioni” è può essere scaricato anche online sul sito www.ance.it. Il documento è curato dall’Area Fiscalità Edilizia dell’Associazione Nazionale Costruttori Edili e presenta sia gli ecobonus ordinari, sia quelli per condomìni e per l’acquisto di case che abbiano caratteristiche antisismiche. Una presentazione divulgativa e una trattazione sintetica dell’argomento contribuiscono e favoriscono la diffusione fra chiunque sia interessato all’argomento.

Previous Digital&BIM a Bologna
Next Nasce la legge Salva Borghi

About author

You might also like

Attualità

Sono italiani i progettisti del nuovo Museo del Mare in Qatar

Il made in Italy è per molti una garazia di qualità, originalità e gusto estetico in tantissimi settori. In relazione alla progettazione edilizia, l’eccellenza italiana è stata selezionata in Qatar

Attualità

Norme Tecniche Costuzioni 2018

 Il ricorso dei geologi Il Consiglio nazionale dei geologi ha presentato lo scorso aprile al TAR del Lazio un ricorso contro le nuove Norme Tecniche Costruzioni, chiedendo dei chiarimenti al

Attualità

Post sisma: in scandenza i contributi per opere pubbliche

I comuni colpiti dal sisma hanno ancora pochi giorni di tempo per richiedere i contributi governativi per il recupero e la progettazione di opere pubbliche. Il Governo ha infatti fissato