Nuovo modulo per il Permesso di costruire

Nuovo modulo per il Permesso di costruire

Con la Conferenza Unificata Stato-Regioni dello scorso 6 luglio è stato approvato il nuovo modulo che dovrà essere presentato come richiesta del permesso di costruire. La revisione è stata effettuata alla luce delle nuove norme in materia di edilizia e costruzioni e dovrà essere adottato da tutte le Regioni italiane entro il prossimo 30 settembre. Anche i Comuni dovranno rendere disponibile il nuovo modulo, entro il 20 ottobre, per evitare le sanzioni previste dalla mancata adozione del nuovo standard burocratico.

Lo schema adottato nel 2014/2015 è ora completo dei riferimenti normativi alla SCIA e alla SCIA2. Il permesso di costruire è un modulo che deve essere adottato per diverse tipologie di lavori, non solo per le nuove costruzioni e per le ristrutturazioni urbanistiche ma anche per le ristrutturazioni per cui si arrivi ad avere un edificio anche solo in parte diverso dal precedente, per gli ampliamenti o comunque le modifiche alla volumetria complessiva di un edificio e per gli immobili situati nel centro storico per cui sia previsto un cambio nella destinazione d’uso.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 624 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Attualità

Norme Tecniche Costuzioni 2018

 Il ricorso dei geologi Il Consiglio nazionale dei geologi ha presentato lo scorso aprile al TAR del Lazio un ricorso contro le nuove Norme Tecniche Costruzioni, chiedendo dei chiarimenti al

Attualità

Edilizia antisismica: servono almeno 50 miliardi per adeguare gli edifici

Secondo Mauro Dolce, uno dei direttori generali della Protezione Civile impegnata in questi tragici giorni nei paesi del centro Italia colpiti dal sisma, la messa a norma degli edifici, pubblici

Attualità

Casa Italia, il piano per la sicurezza e l’edilizia

Dopo gli ultimi tragici avvenimenti e la devastazione dei territori colpiti dal terremoto il 24 agosto, l’Italia comincia a interrogarsi sulla necessità di migliorare la sicurezza, soprattutto nelle zone sismiche.