0 2482 Views

Nasce ufficialmente la professione del Disaster Manager

La norma UNI 11656:2016 chiarisce quali siano le competenze e i campi di intervento dei nuovi professionisti Disaster Manager. Questa figura professionale si occupa di protezione civile in relazione a calamità naturali e da oggi sarà possibile accedere a un’offerta formativa dedicata anche grazie alla nascita dell’Associazione Nazionale Disaster Manager Assodima, che ha un sito ufficiale alla pagina www. associazionenazionaledisastermanager.it. L’Associazione è nata fin dal 2013 ma solo di recente è stata riconosciuta come professione la figura del Disaster Manager, che è nata in nuce nel 1995/1996 formata dal punto di vista delle competenze (e del trasferimento di competenze dal nazionale agli enti territoriali) dal Consiglio dei Ministri e dal Dipartimento della Protezione Civile.

L’Associazione ha il compito, fra gli altri, di promuovere e organizzare dei corsi professionalizzanti, con dei progetti didattici rivolti in particolare ai geologi, che potranno avere delle tariffe agevolate di iscrizione anche grazie alla collaborazione fra Assodima e l’Associazione Nazionale Geologi. Fra i moduli didattici, la gestione delle emergenze di protezione civile, in particolare la coordinazione del personale e delle strutture operative che si mettono in moto durante le emergenze.

Previous Consultazione sulla nuova Strategia Energetica Nazionale
Next Convegno: Architetture per la cultura in Svizzera

About author

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

View all posts by this author →

You might also like

Normative

L’esclusione dalla gara d’appalto rientra nel “rito speciale appalti”

Le imprese escluse da una gara d’appalto avranno 30 giorni di tempo per presentare il ricorso, questo perché l’esclusione è considerata motivazione per poter accedere al “rito speciale appalti”, che

Normative

Sicurezza e campionamento su strutture: solo 120 aziende sono autorizzate

Il tragico crollo del Ponte Morandi ha messo in moto una serie di quesiti e questioni tecniche: i cittadini italiani chiedono sicurezza e si interrogano su come si possano prevenire

Normative

Pubblica amministrazione: Istruzioni Anac per affidamenti “in house”

Secondo il Nuovo Codice Appalti e le direttive dell’Autorità Anticorruzione le Pubbliche Amministrazioni che desiderano affidare dei lavori senza gara d’appalto a società controllate, definito sistema In house, dovranno iscriversi