Nasce il sistema di allerta per maremoti
3956 Views

Nasce il sistema di allerta per maremoti

La Protezione Civile, con una direttiva del Consiglio dei Ministri datata 17 febbraio 2017 e ora pubblicata anche nella Gazzetta Ufficiale, ha istituito il Sistema di Allertamento nazionale per i Maremoti generati da terremoti nel Mar Mediterraneo. Il nuovo organo, il SiAM, avrà il compito di allertare la cittadinanza sui maremoti e gli tsunami che potrebbero essere provocati da scosse sismiche, fermo restando che in un bacino chiuso come il mar Mediterraneo fa sì che le allerte possano essere di poco precedenti l’evento, proprio per le peculiarità territoriali.

Entro tre mesi dalla pubblicazione in Gazzetta la Protezione Civile dovrà adeuguare mezzi, risorse umane e strutture per far fronte alla realizzazione e la pianificazione di nuovi piani d’emergenza per casi specifici che riguardano maremoti, prendendo come punti di riferimento e dati validi quelli ottenuti con la rete mareografica nazionale (gestita dall’ISPRA) e dei mareografi presenti lungo le coste. Uno strumento necessario e ulteriore per proteggere e dare maggiori informazioni ai cittadini su calamità naturali.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Ambiente

Testo Unico Amianto al Senato

Il nuovo disegno di legge, noto come Testo Unico Amianto per il focus sul riordino e l’aggiornamento delle leggi riguardanti bonifica e smaltimento, è stato presentato al Senato lo scorso

Ambiente

Conto Termico per le Scuole

Gli incentivi per l’efficientamento energetico, previsti dal decreto ministeriale del 16/02/2016 entrati in vigore ufficialmente il 31 maggio sono disponibili non solo per le unità abitative private ma anche per

Ambiente

Sbloccato il Fondo per il dissesto idrogeologico

Il ministro dell’Ambiente ha recentemente sbloccato, con la firma sul relativo decreto, il Fondo governativo dedicato alla progettazione sul dissesto idrogeologico. Il fondo ammonta a 5 milioni e 700 mila