Approvata la SCIA 2
1501 Views

Approvata la SCIA 2

Il decreto noto come SCIA 2, che regolamenta fra l’altro le attività di edilizia privata che saranno soggette ad assenso pubblico, da ieri è diventata legge. Il Governo ha infatti approvato tutte le novita al Testo Unico Edilizia, che è passata dai sette regimi abilitativi previsti in passato a cinque, ovvero: libera, Cila, Scia, permesso, permesso in alternativa alla Scia. Le attività non soggette a permessi, per cui vale il silenzio assenso e per cui non è prevista alcuna forma di comunicazione alla pubblica amministrazione sono segnate nella tabella specifica allegata al testo della SCIA 2 e sono molte di più rispetto al passato.

L’attività edilizia libera è prevista anche per lavori e opere utili a soddisfare esigenze e bisogni temporanei, per cui devono essere rimosse entro novanta giorni, e per l’installazione di pannelli fotovoltaici, oltre che per la finitura di spazi esterni, pavimentazioni e rampe. Il decreto SCIA 2 è inserito all’interno della Riforma Madia, che prevede una serie di nuove norme sulla pubblica amministrazione.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Attualità

Il Demanio lancia l’app “Estimare”

Durante l’assemblea nazionale dell’Anci, l’Agenzia del Demanio ha presentato una nuova app per smartphone e tablet che consente di verificare in tempo reale l’attività estimale, aggiungendo fin dai primi sopralluoghi

Attualità

Via gli studi di settore, arriva l’indicatore di affidabilità

Il fisco mette in pensione il metodo degli studi di settore, utilizzati per misurare i compensi e i ricavi dei liberi professionisti e delle attività commerciali, che spesso non assicuravano

Attualità

La camera approva il disegno legge sul Consumo del suolo

L’Italia si adegua alle direttive europee sull’ecosostenibilità e sull’importanza di contenere lo sfruttamento del suolo e progettare metodi compatibili con la normativa generale per il riuso del suolo edificato. La