Puglia: il primo ecovillaggio a idrogeno

Puglia: il primo ecovillaggio a idrogeno

L’ecovillaggio, alimentato a idrogeno, sarà totalmente autonomo sotto il profilo energetico, mentre la struttura sarà realizzata con le stampanti 3D per l’edilizia.

L’idea è nata grazie all’attività di H2U Fondazione H2U che ha esposto presso la Fiera del Levante l’H2 Mobile, primo veicolo terrestre che sfrutta l’idrogeno per produrre e stoccare energia rinnovabile.

L’ecovillaggio sorgerà presso Mola di Bari e, come spiega il Sindaco della città Giangrazio Di Rutigliano, e sarà legato alle attività produttive della città. Verrà costruito, infatti, un polo per la conservazione del pesce, alimentato a idrogeno.

Il fisico Nicola Conenna, presidente della Fondazione H2U, spiega che sarà possibile esportare un progetto come quello dell’ecovillaggio, in un tutti i luoghi in cui ci sia bisogno di energia.

L’Ecovillaggio verrà inserito nel PUG (Piano Urbanistico Generale), in un’area apposita indicata dal Comune di Mola di Bari e sarà tra i progetti smart della Città Metropolitana di Bari.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 520 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Nuove Tecnologie

Catania: come estrarre energia dagli agrumi

Dalla lavorazione biologica di buccia, semi e polpa (pastazzo), scarti ottenuti dalla lavorazione di agrumi, si potrebbe estrarre energia elettrica. Questo l’obiettivo del progetto “Energia dagli agrumi”, promosso dal Distretto

Nuove Tecnologie

Made expo 2017: Convegno sull’uso della luce naturale

Il presidente dell’Associazione Comuni Virtuosi, Marco Boschini, durante il convegno Made Expo tenutosi allo Spazio Velux e dedicato al tema Architettura e Luce ha illustrato ai professionisti e alle pubbliche

Nuove Tecnologie

CMF Greentech vince il premio Saie Innovation – verso impatto zero

La start-up modenese CMF Greentech ha recentemente vinto il riconoscimento Saie Innovation – verso impatto zero per il suo impegno nel campo dei materiali di recupero e green. Le costruzioni