Nuove professioni: restauratori di habitat marini
1601 Views

Nuove professioni: restauratori di habitat marini

In Italia esiste un esempio virtuoso legato alle nuove professioni ambientali, si tratta dei professionisti noti come “restauratori di habitat marini” che lavorano per la Stazione Zoologica Anton Dohrn e del progetto Abbacco per il recupero dei fondali nella località marittima di Bagnoli-Coroglio, che ha curato lo studio preliminare e il successivo recupero del sito.

La stazione è nata grazie a un finanziamento di due milioni di euro stanziati da Miur-Cipe per il recupero degli ecosistemi ambientali del sito di interesse nazionale (SIN Bagnoli-Coroglio). Il recupero è volto anche a ristabilire la balneabilità, ed è un progetto che potrà fungere da volano per il recupero e la restaurazione di altri ambienti marini che hanno subito dei danni per l’opera dell’uomo, sia nel Mediterraneo che nel resto d’Europa.

Gli studi realizzati dalla Stazione Zoologica Anton Dohrn sono fondamentali per la rivalorizzazione di un territorio che ha subito con gli anni un progressivo e preoccupante declino dal punto di vista ambientale ma anche igenico-sanitario. Il recupero di habitat marini è uno degli obiettivi messi in atto anche dalla comunità europea per il raggiungimento di un buon stato di salute marino entro il 2020.

 

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 637 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Lavoro

Scattano nuovi controlli sulle partite iva

L’Agenzia delle Entrate intensificherà nel 2018 i controlli fiscali per le partite iva. Un primo campanello d’allarme che farà scattare maggiori controlli sarà il gap fra uscite ed entrate. Se

Lavoro

Geometri: nuove regole per l’invio di successioni e visure catastali

Da oggi anche geometri e periti tecnici potranno occuparsi dell’invio della documentazione relativa a successioni e visure catastali, una pratica che prima poteva essere svolta unicamente da notai, commercialisti e

Lavoro

Al via per Inarcassa il cumulo gratuito per i professionisti

L’Inarcassa ha già trasmesso ai ministeri tutti i documenti utili a rendere operativo il cumulo gratuito, chiesto ormai da tempo dai professionisti, che potrà essere richiesto grazie alla Legge di