Nasce la E-card per lavorare in tutta Europa

Nasce la E-card per lavorare in tutta Europa

Professionisti e aziende avranno presto a disposizione un nuovo strumento che consentirà di snellire la burocrazia e lavorare più agilmente su tutto il territorio dell’Unione Europea. La nuova E-card infatti è una carta elettronica dei servizi utile a facilitare l’accesso al Mercato Unico e fornire i propri servizi e consulenze in tutti gli Stati membri. Chi è in possesso della carta infatti sarà esonerato dalla presentazione di autorizzazioni e notifiche preventive eventualmente previste dalla legislazione nazionale dei singoli stati.

Il Governo italiano sta lavorando in questi mesi per la messa a punto di questo nuovo sistema per il riconoscimento professionale, la E-card, introdotta con Regolamento 823/2016, sarà utilizzata soprattutto nei settori delle costruzioni (edilizia, edilizia civile e interventi di costruzione specializzati) e dei servizi alle imprese, che possono riguardare diverse tipologie di intervento: dall’informatico fino alle attività amministrative e di supporto. La E-Card si potrà richiedere attraverso procedura telematica, e una volta completate le formalità sarà rilasciata a professionisti e aziende che vogliano espandersi all’Estero.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 520 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Lavoro

Ingegneri e architetti italiani all’Estero

Secondo l’ultima ricerca pubblicata dalla Fondazione Inarcassa, che ha visto coinvolto un campione di liberi professionisti che lavorano nel campo dell’ingegneria e dell’architettura pari a 14 mila unità, l’Estero è

Lavoro

Al via per Inarcassa il cumulo gratuito per i professionisti

L’Inarcassa ha già trasmesso ai ministeri tutti i documenti utili a rendere operativo il cumulo gratuito, chiesto ormai da tempo dai professionisti, che potrà essere richiesto grazie alla Legge di

Lavoro

Scattano nuovi controlli sulle partite iva

L’Agenzia delle Entrate intensificherà nel 2018 i controlli fiscali per le partite iva. Un primo campanello d’allarme che farà scattare maggiori controlli sarà il gap fra uscite ed entrate. Se