Studi professionali: detassazione sui premi produttività

Studi professionali: detassazione sui premi produttività

L’accordo fra Confprofessioni e i sindacati ha permesso di ottenere un’importante intesa in relazione alla detassazione dei premi di produttività per i dipendenti degli studi professionali. Nella Legge di Stabilità 2016 infatti è presente una norma che agevola i lavoratori che, nell’anno precedente, abbiano incassato un reddito da lavoro dipendente pari a un massimale di 50 mila euro. La norma specifica è conosciuta come “imposta agevolata produttività” ed è subordinata ai contratti aziendali o territoriali che siano stati sottoscritti dai sindacati di competenza.

Grazie a questa norma l’aliquota Irpef agevolata del 10% è applicabile nei casi in cui siano previsti dei benefit per l’aumento di produttività, qualità o innovazione aziendale, che possono arrivare fino a 2 mila euro lordi, che passano a 2.500 nel caso di imprese cooperative o similari, in cui i lavoratori siano anche soci aziendali: la norma è retroattiva e dunque può essere applicata ai benefit percepiti dal 1° gennaio 2016. Probabilmente i limiti e i tetti massimi dei benefit saranno sollevati con la prossima Legge di Stabilità 2017.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 594 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Normative

Nasce l’Osservatorio nazionale sui servizi di architettura e ingegneria

Il 2017 vede la nascita di un nuovo importante istituto per vigilare sui bandi di progettazione e aiutare le Pubbliche Amministrazioni a redigere in maniera corretta i documenti di gara

Normative

Progettazione e ristrutturazione edifici pubblici: Criteri Ambientali Minimi

Con il DM dell’11 ottobre 2017, entrato in vigore lo scorso 7 novembre dopo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, il Ministero dell’Ambiente chiarisce alcuni punti, chiamati i “Criteri Ambientali Minimi”

Normative

Nuovo contratto ANCE per fornitura di calcestruzzo preconfezionato

L’Associazione Nazionale dei Costruttori Edili ha aggiornato, dopo sei anni dall’ultima modifica, il contratto per la fornitura di calcestruzzo preconfezionato. Il nuovo documento è aggiornato e tiene conto delle ultime