Novità sul progetto Salva Italia

Novità sul progetto Salva Italia

Il progetto Salva Italia, dedicato alla ricostruzione e a una progettazione che tenga in maggior conto il rischio sismico nella fascia appenninica, comincia a prendere forma. Il 1° settembre si è infatti svolta un’importante riunione programmatica delle Commissioni Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera e Ambiente del Senato. Durante i lavori è stato anche nominato il commissario straordinario del governo per la ricostruzione, individuato nella figura di Vasco Errani, già commissario delegato nel 2012 per il sisma che colpì l’Emilia.

Il Salva Italia verterà prevalentemente su due punti, ovvero il fascicolo sul fabbricato e il sisma bonus per la messa a norma antisismica degli edifici già esistenti. Il bonus è previsto per le zone sisimiche a rischio 1 e 2. L’adeguamento degli edifici storici è più complicato ed è necessario il supporto di esperti nel settore, e tecnologie all’avanguardia che preservino questo tipo di patrimonio storico e artistico senza modificarne il volto.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 594 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Attualità

Via gli studi di settore, arriva l’indicatore di affidabilità

Il fisco mette in pensione il metodo degli studi di settore, utilizzati per misurare i compensi e i ricavi dei liberi professionisti e delle attività commerciali, che spesso non assicuravano

Attualità

Garante della Privacy contro e-fattura

In una nota il Garante della Privacy ha ammesso che tutto il sistema dell’e-fattura ideato dall’Agenzia delle Entrate non rispetta affatto il Regolamento Ue 2016/679, noto come GDPR (General Data

Attualità

Il senato chiede al governo di prorogare gli eco bonus

Il senato italiano ha esaminato sei mozioni che chiedono fondamentalmente al governo di stabilizzare la percentuale degli eco bonus, che è fissata al 65% con la legge di Stabilità, fino