Consiglio Nazionale Ingegneri: tre professionisti su quattro rischiano la sospensione della qualifica antincendio

Consiglio Nazionale Ingegneri: tre professionisti su quattro rischiano la sospensione della qualifica antincendio

Secondo gli ultimi dati diffusi con una nota dal Consiglio degli Ingegneri sono tantissimi i professionisti che rischiano la cancellazione dall’elenco per esercitare la verifica antincendio necessaria per legge nei cantieri e in determinati ambienti lavorativi. Il motivo è da ascrivere alla scadenza, lo scorso 26 agosto, dei cinque anni previsti dalla legge per effettuare gli aggiornamenti richiesti dalle nuove leggi specifiche sulla sicurezza. Secondo il CNS sarebbero oltre 56 mila sugli 88 mila iscritti all’albo i professionisti che vedranno sospesa la loro qualifica. La cancellazione tuttavia sarà successiva a un periodo di sospensione, almeno fino a quando il professionista non raggiungerà le 40 ore di aggiornamento professionale attraverso specifici corsi che gli consentirà di essere reintrodotto nell’elenco.

Ogni sospensione sarà seguita nello specifico dai singoli ordini e collegi territoriali, che si occuperanno di ratificare la sospensione se i professionisti non raggiungeranno i crediti necessari.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 568 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Attualità

Inarcassa taglia le sanzioni contributive ai professionisti

Ingegneri e architetti iscritti alla cassa previdenziale Inarcassa potranno usufruire da quest’anno dell’importante modifica sulle aliquote per le sanzioni relative ai contributi non versati. Se prima l’aliquota era pari al

Attualità

SOA: non avranno più obbligo di sede in Italia

Se ne discuteva già da tempo alla Corte Europea: le SOA, ovvero le Società Organismi di Attestazione, che nel nostro Paese avevano obbligo di sede legale in Italia, sono considerate

Attualità

Appalti pubblici: se un’azienda fallisce può essere sostituita nell’appalto

La Corte di Giustizia, con la causa n. C396/14 del 24 maggio, ha stabilito che nel caso in cui una delle aziende facenti parte di un raggruppamento di imprese partecipanti