Modifica regole IMU per capannoni e imbullonati

Modifica regole IMU per capannoni e imbullonati

Buone notizie per i possessori di edifici di categoria D ed E. Con le nuove normative recentemente approvate dalla Legge di Stabilità 2016 infatti saranno esclusi dal conteggio IMU sulla rendita castale molti macchinari, congegni e impianti funzionali che venivano invece calcolati fino all’entrata in vigore della nuova legge. Nel nuovo calcolo degli impianti esclusi dal calcolo castastale e IMU sono compresi celle frigorifere non in muratura, gru fisse, impianti di lavaggio dei distributori e molte altre categorie di macchinari che vengono espressamente segnalati nella normativa in ogetto.

Grazie a queste nuove regole il risparmio per i possessori di edifici a uso speciale e industriale avranno un ottimo risparmio rispetto all’IMU. Per calcolare una stima del risparmio, i professionisti potranno rivolgersi a un tecnico che saprà indicare la cifra precisa di risparmio previsto, presentando un aggiornamento catastale con lo scorporo degli impianti che ora saranno esclusi dal calcolo della tassazione.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 380 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Normative

Post-terremoto: partono a marzo i primi appalti Anas

L’Anas ha predisposto i primi appalti per la ricostruzione delle strade danneggiate dagli ultimi eventi sismici che hanno colpito il centro Italia, che saranno disponibili a partire dal mese di

Normative

Classificazione dell’abuso edilizio

Grazie alla sentenza n. 1484 del 30 marzo 2017 è possibile avere un quadro più chiaro degli abusi edilizi, e di quando un abuso debba essere considerato totale, sostanziale o

Normative

Nuova legge sul preventivo obbligatorio

Con il DDL Concorrenza, che ha visto recentemente la luce dopo ben 30 mesi di discussione alla Camera e al Senato, il nostro Paese ha per la prima volta una