Detrazioni e bonus nel 730

Detrazioni e bonus nel 730

La circolare 7/2018 dell’Agenzia delle Entrate pubblicata il 27 aprile nel sito ufficiale dell’ente è un utile vademecum per capire in che misura e in che modo si possa usufruire del bonus governativo relativo agli interventi strutturali e ai lavori di messa in sicurezza compiuti a casa e negli edifici di proprietà. Gli sgravi fiscali infatti corrispondono alla quota del 50% sulle spese di Irpef e hanno un tetto massimo consentito pari a 96 mila euro. La detrazione è disponibile anche per ristrutturazioni con ampliamento di box auto. Nella circolare inoltre si illustrano le modalità di rimborso: anche chi non è intestatario del bonifico o della fattura sulle spese può richiedere lo sgravo nella misura in cui abbia sostenuto le spese relative ai lavori.

I rimborsi spettano per lavori di messa in sicurezza e ristrutturazione che siano cominciati dopo il 1° gennaio del 2017. Le spese incentivate, come si evince dalla circolare, comprendono anche la progettazione, l’acquisto di materiali e le spese relative alla gestione delle pratiche da parte dei professionisti.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 491 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

News

Sbloccati nuovi fondi per la sicurezza scolastica

Lo scorso 22 novembre si è tenuta in tutte le scuole italiana la terza Giornata nazionale sulla sicurezza nelle scuole. Proprio in questa occasione il ministro dell’istruzione Valeria Fedeli, in

News

Esonero dalle tasse Anac per la Ricostruzione Post-Sisma

Il Dpcm del 28 settembre 2017 ha reso operativa la delibera Anac che prevede l’esonero, per il 2017 e per gli anni successivi, dal pagamento dovuto all’Autorità per l’affidamento dei

News

Ordine degli ingegneri contro lo schema di decreto sui collaudi

Appena dopo l’Ordine degli Architetti, anche l’Ordine degli Ingegneri esprime perplessità e il suo parere negativo sullo schema attuativo del decreto legislativo n. 50 del 2016 che riguarda in particolare