180 milioni alle Regioni per eliminare le barriere architettoniche

180 milioni alle Regioni per eliminare le barriere architettoniche

La proposta del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, riguardante la possibilità di aprire un fondo governativo a supporto dell’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati, ha ottenuto il parere positivo della Conferenza Unificata. Si tratta di 180 milioni di euro che verranno corrisposti alle Regioni italiane affinché possano collaborare con i Comuni del territorio per supportare la nuova misura edilizia.

Il fondo è inserito nel rifinanziamento della legge n. 13 del 9 gennaio 1989, che tratta proprio le disposizioni per favorire l’eliminazione delle barriere architettoniche nell’edilizia privata: una legge che ormai non veniva rifinanziata da oltre quindici anni. Il decreto è in via di pubblicazione, una volta pubblicato sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti sarà operativo dopo quindici giorni.

L'articolo è scritto da:

Michela Meloni
Michela Meloni 501 posts

Michela Meloni si occupa di editoria (LaPiccolaVolante Ed.), comunicazione pubblicitaria e redazione di articoli web oriented. Ha una laurea specialistica in editoria, giornalismo e nuovi media. Collabora con diverse web agency e scrive di libri sul sito Mangialibri.com.

Potrebbe interessarti anche:

Bandi

L’Anas e il progetto #Greenlight

Il CDA Anas ha stanziato un fondo di circa 155 milioni di euro da utilizzare per migliorare l’efficienza e ridurre i consumi energetici delle gallerie sul territorio italiano. Il progetto,

Bandi

Maxibando da Eni

Il gruppo Eni ha pubblicato un bando relativo all’ingegneria ambientale per le nuove opere e per i lavori di risanamento su opere già esistenti per un investimento totale di 20,2

Bandi

Finanziamenti e microcredito in Emilia Romagna

In Emilia Romagna nasce lo sportello microcredito, un supporto che consente a piccole imprese, autonomi e professionisti di richiedere dei finanziamenti agevolati per le loro attività per importi che vanno